Trasferirsi in UK dopo la Brexit

Nulla in questa pagina costituisce legal advice: l’obiettivo è unicamente fornire una guida sintetica al nuovo sistema di immigrazione, e informare al riguardo. Per questioni relative alla propria situazione personale in tema di leggi sull’immigrazione consigliamo caldamente di rivolgersi ad avvocati competenti nel tema: un possibile punto di inizio è il forum UKCEN, dove avvocati rispondono ai quesiti degli utenti pro bono (gratis).

Dopo quasi cinque anni, la Brexit è diventata realtà. Il Regno Unito è uscito dall’Unione Europea, ed è ora un paese terzo a tutti gli effetti. Chi si era già trasferito ha potuto usufruire dell’EU Settlement Scheme, un programma speciale che però, salvo particolari circostanze, non viene esteso a chi intende trasferirsi dopo il 1 Gennaio 2021.

E allora, cosa bisogna fare per venire a vivere in UK, anche temporaneamente (ad esempio per studiare)? In un altro articolo trattiamo invece le visite sporadiche, ad esempio chi viene per turismo.

https://www.gov.uk/check-uk-visa

Il punto di partenza per tutti è il questionario del governo che indica se vi serve un visto oppure no, e vi indirizza alla tipologia di visto giusta per le vostre necessità
Il ricongiungimento familiare

Se avete familiari (inclusi fidanzati non sposati) già residenti in UK che hanno il Settled Status o il Pre-Settled Status, potrebbe essere possibile per voi mandare un’application per il ricongiungimento familiare e ottenere a vostra volta il Pre-Settled Status, di fatto venendo equiparati a chi viveva in UK prima della Brexit. A tal proposito, vi rimandiamo all’eccellente guida realizzata dall’Ambasciata Italiana a Londra.

Per la maggioranza degli altri casi, beh, vi serve un visto!

I visti e il sistema di immigrazione a punti

Al riguardo questo articolo sarà, per ora, insolitamente breve. Infatti il governo inglese ha realizzato una guida in italiano che spiega il sistema dei visti “a punti” introdotto dopo la Brexit. Pertanto è certamente più produttivo per noi re-indirizzarvi a quella guida piuttosto che copiarla e rischiare, poi, che questo articolo non sia tempestivamente aggiornato rispetto ad eventuali cambiamenti.

Cliccate qui per avere tutte le informazioni sui visti necessari a trasferirsi in UK

Tuttavia, l’immigrazione è una materia complessa. Con il progressivo sviluppo del sistema, ci saranno certamente novità, sentenze e interpretazioni non incluse nella guidance ufficiale. Quando quel momento arriverà… le troverete qui sotto.

Cosa NON fare: COA e presettled status

Di recente ho ricevuto notizia di svariati casi in cui una serie di circostanze spiacevoli porta alcuni malcapitati a seguire una serie di istruzioni scorretta e dalle conseguenze potenzialmente serie. Voglio illustrarle per mettervi in guardia e, spero, evitare che situazioni come queste si ripetano.

Al momento sebbene la deadline sia passata è ancora possibile inviare una late application per l’EU Settlement Scheme (pre-settled/settled status), che è lo status che i cittadini europei che risiedevano in UK prima del 31 Dicembre 2020 devono ottenere per poter continuare a vivere e lavorare in UK dopo la Brexit. A meno di fattispecie particolari (ricongiungimento familiare, historic residence,…) questo status è riservato a chi vive in UK da prima del 31/12/2020.

Tuttavia, l’Home Office ha un backlog lunghissimo e quando si invia un’application si riceve il COA (Certificate of Application) che temporaneamente permette di vivere e lavorare nel Regno Unito a chi ha inviato l’application (a meno che non sia per ricongiungimento familiare). Ma attenzione: la misura del COA è una fattispecie particolare dovuta ai tempi di elaborazione particolarmente lunghi, e alla necessità di tutelare i diritti di chi ha legittimamente diritto allo status e risiede in UK da prima del 31 Dicembre 2020.

Ciò che, più o meno ingenuamente, ho visto fare in alcuni casi ad alcune persone è inviare un’application per pre-settled status (pur non avendo diritto) e una volta ricevuto il COA iniziare a lavorare in UK. Questo è un modo estremamente sbagliato e rischioso di procedere: non appena la vostra application viene processata e rifiutata, infatti, il COA cessa la propria validità e occorre lasciare velocemente il Regno Unito, e si potrebbero ricevere addebiti di vario tipo (ad esempio se si è utilizzata l’NHS). Se qualcuno vi dà questo consiglio, in buona fede o meno, non seguitelo e consultate, invece, un legale esperto in immigrazione se siete intenzionati a trasferirvi nel Regno Unito. Se invece avete dubbi sulla vostra eligibility in tema di EU Settlement Scheme, vi invito a consultare l’articolo dedicato e le organizzazioni di supporto linkate nell’articolo.

4 commenti

  1. Ciao, una domanda forse stupida ma e’ possibile viaggiare in UK mentre si sta aspettando di ricevere il proprio visto? Immagino di no ma ho paura che l’elaborazione del mio visto fiance prendera’ piu di sei mesi e quindi mi chiedevo se fosse possibile entare solo per un mese come turista e senza visto oppure richiedere un visto diverso tipo visitatore ma poi cosa accade se il primo viene accettato mentre sono nel paese? Sono senza passaporto al momento ed io e il mio fidanzato non potremo sposarci nei tempi prestabiliti. Credo comunque che con la carta d’identita non sia possibile entrare giusto? Forse mi sono risposta da sola ma vorrei comunque ricevere un parere. Grazie

    "Mi piace"

    • è sconsigliato, ma ti suggerisco di rivolgerti a un legale esperto in immigrazione per avere un consiglio specifico (che non sono abilitato a dare). In ogni caso, per viaggiare verso il Regno Unito da turisti occorre il passaporto.

      "Mi piace"

  2. My daughter is more than two years old. She tries to renew her passport every time they ask for her. Now she will be 18 years old on 08/02/0022 H. We tried to make an appointment at the new Consulate in Manchester, but we couldn’t. They also had no phone number. The appointment was given to him in oline in 2026. This is not acceptable. My daughter has not seen her father for 4 years. Due to passport renewal and delay

    "Mi piace"

    • You are an Italian citizen living in a foreign country: it is your responsibility to keep your documents up to date.

      Having said that, this comment is under an article that has absolutely nothing to do with the topic of passports renewal, so I will not answer it. Read the relevant resource.

      "Mi piace"

Rispondi a Ariel Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.