Rinnovare il passaporto italiano

Questo articolo non avrà alcun valore se, in futuro, le informazioni non corrisponderanno a quelle su questa pagina del Consolato di Londra. Farò, ovviamente, del mio meglio per tenerlo aggiornato. La vicina apertura del Consolato di Manchester (18 luglio 2022) rende le informazioni in costante aggiornamento, pertanto specialmente in questo periodo controllate tutto sulle fonti ufficiali.

Ogni dieci anni, tutti gli italiani all’estero devono rinnovare il proprio passaporto. Dal 2021 per chi vive nel Regno Unito farlo è diventato ancora più importante: infatti, è necessario che il documento legato al proprio status sia in corso di validità. E allora, come si fa a rinnovare il passaporto italiano nel Regno Unito?

Anzitutto, occorre essere iscritti all’AIRE. Se residenti nella circoscrizione consolare di Londra (Inghilterra del Sud o Galles) si fa riferimento al Consolato di Londra, se invece residenti nella circoscrizione di Manchester (Nord/Centro Inghilterra) si fa riferimento al Consolato di Manchester. Scozia e Irlanda del Nord fanno invece riferimento al Consolato di Edimburgo. Pur se non effettuata da quasi metà degli italiani nel Regno Unito, l’iscrizione all’AIRE è obbligatoria se si vive all’estero per 12 mesi o più, e non farla può avere conseguenze non banali dal punto di vista fiscale e non solo.

Se avete dubbi su quale sia il vostro Consolato di competenza, potete usare l’apposito tool per scoprire il vostro. Ricordo però che il passaggio di competenze da Londra a Manchester avverrà formalmente solo dal 18 luglio: nel frattempo, potete consultare questa mappa.

Se non siete iscritti all’AIRE, non potete rinnovare il passaporto tramite i servizi consolari: occorre tornare in Italia e seguire le normali procedure.

Ricordo anche che è possibile tornare in Italia anche con la sola carta di identità (e se avete pre-settled o settled status, potete usarla anche al ritorno), o in mancanza di documenti richiedendo un Emergency Travel Document (ETD) al Consolato di Londra (quest’ultima opzione è possibile anche se non si è iscritti all’AIRE).

Per gli AIRE, ci sono essenzialmente tre possibilità per rinnovare il passaporto: recarsi di persona al Consolato competente, usufruire dei Consolati Onorari, o tornare in Italia.

l sistemi di prenotazione di appuntamenti sono tutti interamente gratuiti e non prevedono scorciatoie o privilegi di alcun tipo. Non è previsto alcun tipo di pagamento per ottenere un appuntamento in Consolato. Invito tutti i connazionali a diffidare di chiunque millanti di poter far avere appuntamenti in tempi più brevi a fronte della corresponsione di una somma di denaro e raccomando di non pagare mai alcun servizio di questo tipo.

Il 18 luglio 2022 aprirà il Consolato di Manchester, e tutti i residenti nell’Inghilterra del Nord dovranno fare riferimento ad esso per tutte le pratiche consolari, incluso il rinnovo dei passaporti. Per questo motivo dal 30 maggio sono sospesi gli appuntamenti al Consolato di Londra (incluse le pratiche postali e dunque i servizi erogati dai Consolati Onorari) per chi risiede nella futura circoscrizione di Manchester e, contestualmente, è aperto il servizio prenotazioni al Consolato di Manchester su Prenot@mi. Fanno eccezione i servizi di urgenza.

Al Consolato competente

Per i bambini di età inferiore ai 12 anni la procedura è solo postale, senza necessità di appuntamento. Dai 12 anni in su, invece, occorre recarsi di persona al Consolato:

Senza appuntamento

L’unico modo di ottenere un passaporto senza appuntamento è quello di usufruire del rilascio d’urgenza, che è previsto solo in caso di gravi e comprovati motivi familiari o di lavoro e con il pagamento di un supplemento. Per tutte le informazioni, vi rimandiamo alla relativa pagina dei Consolati:

Con appuntamento

La maggioranza degli utenti dovrà prendere un appuntamento. Il modo più facile per il rinnovo al Consolato di Londra è prenotare un appuntamento mattutino, o al Consolato di Manchester un appuntamento con rilascio a vista. Occorre presentarsi muniti del necessario, e il passaporto viene rilasciato il giorno stesso. Se si prenota invece un appuntamento pomeridiano a Londra si riceverà il passaporto per posta (aggiornamento (maggio 2022): al momento i tempi di lavorazione di Londra per i passaporti per posta sono di circa 12 settimane). L’appuntamento si può prenotare in due modi:

PRENOT@MI
Questa è la piattaforma informatica del Ministero degli Esteri. Occorre creare un account, che potrete utilizzare più volte. Usare questa piattaforma è consigliato, poiché ha quotidianamente più del doppio degli appuntamenti rispetto al Call Centre. Il sito del Consolato dice che ogni giorno alle 23 (ora UK) vengono inseriti nuovi slots. Il calendario non supera mai le 12 settimane, dunque è normale non trovare date disponibili dopo tale orizzonte temporale.
Una volta prenotato un appuntamento per alcuni servizi occorre anche confermarlo pochi giorni prima, pena la cancellazione automatica dello stesso.

Alcuni utenti segnalano un bug durante l’attivazione dell’account con Prenot@mi in cui si riceve un link di conferma tramite email, ma quando lo si clicca appare una schermata di errore che dice “Si è verificato un errore durante l’elaborazione della richiesta. Invalid token“.
Ebbene, non disperate: per risolvere il problema e attivare l’account è sufficiente aprire quel link in una finestra in incognito (tasto destro -> apri in incognito), oppure aprirlo da un browser o da un dispositivo diverso.

Se il vostro account di Prenot@mi risulta invece bloccato, potete farlo sbloccare inviando un’email a segreteria.dgai@esteri.it o, ancora meglio, una PEC a dgai.segreteria@cert.esteri.it .

CALL CENTRE: 0203 327 6290 (al momento solo Londra)
Orario di apertura: 8.15-12.30, dal lunedì al venerdì. Come in tutti i call centre, c’è un sistema di coda e callback di cui si può usufruire. Anzitutto prima di telefonare è buona norma cercare di usare mezzi alternativi (Prenot@mi), così da lasciare l’uso del telefono alle persone con necessità urgenti o abilità digitali insufficienti. Tuttavia, spesso le attese sono ingenti: consigliamo di chiamare appena apre, e di riprovare il giorno successivo se non si riuscisse a prendere la linea. Inoltre è raccomandato, ma non necessario, registrarsi comunque su Prenot@mi così da ricevere la conferma della prenotazione in tempi rapidi, e evitare problemi quali un errore di battitura nella trascrizione via telefono dell’indirizzo email.

Cosa portare

Si consiglia di prenotare un appuntamento mattutino, che prevede il rilascio a vista. Per evitare disguidi e per assicurarci che le informazioni qui fornite siano le più aggiornate, vi forniamo i link alla lista di documenti da portare all’appuntamento:

Qualche informazione aggiuntiva:

  • Per le “fotografie formato tessera identiche e recenti (acquisite da non oltre 6 mesi), conformi agli standard internazionali ICAOvanno benissimo quelle standard per documenti britannici, disponibili in molti shops o da chioschi automatici.
  • All’interno del Consolato di Londra è presente una cabina in cui è possibile fare direttamente le fototessere, al costo di £5.
  • Per genitori di figli minorenni: sia per il proprio passaporto che per quello del minore, se l’altro genitore è un cittadino comunitario, occorre portare la firma dell’altro genitore nel MOD1, oppure qui, e copia di un suo documento di identità.
  • Per genitori di figli minorenni: sia per il proprio passaporto che per quello del minore, se l’altro genitore è un cittadino extra UE, inclusi i cittadini britannici, il modulo va firmato in presenza al Consolato (anche onorario), o davanti a un Pubblico Ufficiale in Italia, o infine di fronte a un notaio britannico (ma in quest’ultimo caso occorre l’Apostille).
  • Per genitori di figli minorenni: sia per il proprio passaporto che per quello del minore, se non fosse possibile ottenere l’assenso dell’altro genitore, occorre un decreto del giudice tutelare. Qualora foste in questa situazione, scrivete a sociale.londra@esteri.it o a manchester.servizi@esteri.it.

Per eventuali queries potete contattare il Consolato di Londra usando questo form, oppure direttamente l’indirizzo email dedicato passaporti.londra@esteri.it, oppure il Consolato di Manchester tramite l’email manchester.servizi@esteri.it.

Un’ultima nota riguardo il Consolato: quest’ultimo, a dispetto di quanto si sente dire a volte, offre un servizio eccellente e funzionale. Occorre solo un po’ di pazienza dato il numero elevatissimo di italiani in UK, che è più che raddoppiato negli ultimi sette anni. Il Consolato di Londra fa un lavoro incredibile con risorse insufficienti: siate gentili.

Consolato Italiano a Londra, Harp House
83/86 Farringdon Street
London, EC4A 4BL

Ai Consolati Onorari

Per chi è impossibilitato a recarsi a Londra, o preferisce non farlo, è possibile effettuare il rinnovo del passaporto presso uno dei tanti Consolati Onorari. Per semplicità, in questo articolo non distinguiamo tra Consolati Onorari, Vice-Consolati Onorari o Agenzie Consolari, riferendoci a tutte queste fattispecie semplicemente come “Consolati Onorari”.

In questo caso il rilascio non è a vista: si prende un appuntamento, ci si presenta per l’acquisizione dei dati biometrici (impronte digitali), e poi tutto il materiale viene inviato al Consolato di Londra. Successivamente, dopo un tempo variabile (aggiornamento (maggio 2022): al momento i tempi di lavorazione per i passaporti per posta sono 12 settimane dalla ricezione della richiesta da parte di Londra. I Consolati Onorari inviano plichi una o due volte al mese, dunque il totale può arrivare a 16 settimane), si riceve il passaporto per posta.

Ci piacerebbe darvi una procedura standard per prendere appuntamento ai Consolati Onorari, ma la verità è che ogni Console Onorario fa a modo suo. Alcuni hanno siti web: per gli altri, vi linkiamo la lista ufficiale che riporta numeri di telefono e indirizzi email, con relativi orari.

Consolati Onorari nella circoscrizione di Londra
Consolati Onorari nella circoscrizione di Manchester (riapriranno dal 18 luglio 2022)

Da Dicembre 2021 i Consoli Onorari possono autenticare firme, pertanto anche nel caso di minorenni o genitori di minorenni non UE si può comunque fare lì il passaporto.

Concludiamo, però, ricordando una cosa: i Consoli Onorari svolgono questo incarico a titolo gratuito, come volontari. Spesso una sola persona si trova a dover gestire una circoscrizione consolare enorme, con decine di migliaia di italiani: è dunque inevitabile riscontrare disservizi, ritardi, o avere problemi a prenotare un appuntamento. Siate gentili.

Dov’è il mio passaporto?

Forse la domanda più frequente in assoluto che un italiano in Inghilterra rivolge alla collettività è “C’è un ritardo? Dov’è il mio passaporto?”. Nel caso di passaporti di minori, appuntamenti con rilascio non a vista o rinnovo presso i consolati onorari, infatti, il passaporto non viene consegnato immediatamente ma inviato per posta, con tempi medio-lunghi di attesa. Vi diamo, quindi, alcune spiegazioni e suggerimenti al riguardo.

  • I passaporti vengono lavorati in ordine cronologico, con tempi di attesa di circa 12 settimane.
  • Il Consolato Onorario fa da “passacarte”, cioè si limita a raccogliere i documenti e inviarli al Consolato di carriera (Londra o Manchester) per l’emissione del documento.
  • Nel caso dei Consolati Onorari l’attesa viene calcolata dal momento in cui il Consolato di carriera riceve il plico: l’attesa totale può dunque arrivare a 16 settimane.
  • Contattare il Consolato per conoscere lo stato della pratica è inutile: farlo non accelererà la pratica, e appesantirà il carico di lavoro dell’ufficio togliendo risorse a chi ne ha davvero bisogno.
  • Contattare il Consolato Onorario riguardo la propria pratica è ancora più inutile: una volta trasmessi i documenti, non è più coinvolto nel processo di emissione del documento.
  • In caso di emergenza o urgenza è possibile contattare il Consolato (Londra: form, oppure email a passaporti.esteri@londra.it; Manchester (manchester.servizi@esteri.it) e in alcuni casi abbiamo notizia di pratiche evase in anticipo.
    Tuttavia, l’urgenza deve essere comprovata e reale: ad esempio, avere biglietti già acquistati per andare in vacanza non è un’urgenza. Ogni utente che abusa di questa possibilità la sta togliendo a qualcun altro: siate civili.
  • In caso di attese significativamente superiori ai tempi di cui sopra (5+ mesi) consigliamo di contattare l’ufficio Consolare per chiedere delucidazioni.
  • Per chi non riesce a stare in pace, un buon modo di capire orientativamente la situazione è consultare i social network (gruppi come [1], [2], [3]) e leggere nei vari post chi ha ricevuto da poco il passaporto, e quando aveva presentato domanda. Infatti, ribadiamo, le domande vengono lavorate cronologicamente.

Rinnoviamo la raccomandazione: in ogni caso, siate gentili.

In Italia

L’ultima possibilità è tornare in Italia. Occorre prendere appuntamento presso un qualsiasi ufficio o questura che emette passaporti, e seguire le procedure indicate. Ricordo, però, che in Italia il rilascio del passaporto non avviene in giornata. Ci vuole almeno una settimana, comprensiva del tempo necessario ad ottenere il nulla osta dal Consolato. Se per qualsiasi motivo ciò si rivelasse complicato sareste bloccati in Italia senza passaporto.

Occorre tenere presente inoltre che, in mancanza di un secondo documento da usare per viaggiare (come la carta di identità) se avete uno status di immigrazione (Pre-Settled, Settled,…) dovrete aggiornare il documento sul portale. Tale procedura spesso richiede qualche giorno o settimana per risultare nel sistema informatico: nel frattempo il consiglio è di portare con voi anche il vecchio documento, o almeno una fotografia in cui sia visibile il numero dello stesso, e mostrarlo alla frontiera assieme al nuovo. In questo modo il border officer potrà verificare facilmente se possedete uno status, lasciandovi passare.

Appare dunque evidente come, se si decide di viaggiare allo scopo di rinnovare il passaporto, l’opzione più conveniente sia recarsi al Consolato competente.

8 commenti

  1. Come posso avere carta d’identita? Sono andato online anno scorso per apputamento, mi hanno detto che non ancora comiciare carta electronic. Quando posso venire. Sono scritto AIRE per quasi quattodieci anni. Grazie.

    On Sat, 16 Oct 2021, 12:15 Italiani a Manchester, wrote:

    > Cesare G. Ardito posted: ” Questo articolo non avrà alcun valore se, in > futuro, le informazioni non corrisponderanno a quelle su questa pagina del > Consolato Italiano. Farò, ovviamente, del mio meglio per tenerlo > aggiornato. Ogni dieci anni, tutti gli italiani all’estero devono ” >

    "Mi piace"

  2. Hello ,I live in Leicester and need my Italian passport renewed ,10 years ago I did this in Manchester but since have mived and I dont know where?. Can I renew my passport in London? .

    Many Thanks

    "Mi piace"

  3. Sono andata per il rinnovo del passaporto al consolato di Manchester a meta’ Gennaio ma non e’ chiaro come tracciare lo stato della richiesta di rinnovo. Sono passati quasi due mesi e non ho ricevuto ancora nulla

    "Mi piace"

    • I tempi di lavorazione si sono allungati ultimamente. Per informazioni sullo stato della richiesta, se proprio necessario, è possibile contattare l’ufficio di Londra (il Cons. onorario si limita a inviare il materiale)

      "Mi piace"

  4. Ciao Cesare,
    essendo residente a Londra, quando tento di prendere l’appuntamento con la Questura in Italia, sul portale. Quando metti i dati, Paese di residenza: Regno Unito. Poi comunque richiede la Provincia e non si puo’lasciare bianco e mettere Estero. Hai consigli? sembra un bug del sistema piu’ che altro. Grazie!

    "Mi piace"

Rispondi a Cristina Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.