Il CV in Inglese

State pensando di fare un’esperienza lavorativa di breve o lungo termine nel Regno Unito? Avete preparato tutto l’occorrente in valigia, visto gli annunci per imminenti soluzioni logistiche, guardato qualsiasi tipo di sito ma: avete con voi un curriculum in inglese efficace e attraente per un futuro datore di lavoro?

Se avete seguito il modello europeo (Europass) sappiate che non esiste nel Regno Unito! Piuttosto è necessario avere un CV che rispecchi i parametri di selezione inglesi, pena l’esclusione dal mercato del lavoro.

Si pensa spesso che una traduzione del CV in inglese possa bastare per cercare lavoro.  Niente di più sbagliato. Un CV adatto al mercato anglosassone non è solo un documento in lingua inglese ma molto di più: l’impostazione e i contenuti sono totalmente diversi da quelli italiani.

E allora, vediamo come bisogna scrivere un CV che non passi inosservato sul mercato del lavoro inglese!

  1. A seconda del tipo di candidato (neo laureato, professionista o per chi cerca un cambio di carriera) esiste un particolare formato di CV che riesca a mettere meglio in luce il proprio profilo. C’è il Chronological CV in cui si evidenziano le esperienze lavorative dalla più recente alla primissima. Il Qualification CV, per i neo laureati / diplomati che hanno poca esperienza lavorativa e si focalizzano quindi prima sugli studi intrapresi. Oppure, lo Skills- based CV, particolarmente adatto a chi sta programmando un career change.
  2. L’utilizzo di foto non è necessario, così come tutte le informazioni relative a invalidità, età, credo, sesso, gravidanza, stato di famiglia stato civile, orientamento sessuale sono ‘protected characteristics’ e pertanto non indispensabili sul CV.
  3. Il CV in inglese ha una lunghezza di 2 pagine – non 10! Siate concisi e riassumete al meglio la vostra Brand Identity.
  4. Elemento fondamentale in un CV inglese sono le Skills e gli Achievements:  ovvero le competenze che avete e quei traguardi importanti raggiunti nel vostro percorso di studi e di lavoro. In UK è importante portare “le prove” di ciò che si è in grado di fare, e non limitarsi solamente al Job Title raggiunto!
  5. No a contatti telefonici e indirizzi italiani. Evitate di inviare curricula dall’Italia. Raramente verranno presi in considerazione. Si prediligono infatti candidati già residenti in UK. Diverso è il caso di candidati altamente specializzati, e quindi con delle competenze più rare, per i quali la ricerca lavoro può avvenire anche a distanza (con il giusto CV e con una buona conoscenza della lingua inglese).

 

In collaborazione con CV&Coffee

1 reply

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s